fbpx

DAILY MARKET WIRE

Mercati – Aggiornamento dell’11 Dicembre 2023

Il commento

Venerdì i mercati agricoli statunitensi hanno dovuto affrontare tagli moderati.
Mais e soia hanno subito un lieve calo dopo il rapporto WASDE di dicembre, mentre il grano è crollato.
I prezzi del grano nelle praterie canadesi sono stati contrastanti durante la settimana terminata l’8 dicembre, con i teneri CWRS e CPRS che hanno ottenuto guadagni variabili, mentre il CWAD ha subito alcune perdite.
Giovedì l’agenzia brasiliana per le colture Conab ha ridotto la stima della produzione di grano del paese di circa il 15%.
Il raccolto argentino ha continuato a migliorare.
I prezzi del grano europeo sono diminuiti.
L’acquirente statale di cereali dell’Egitto ha acquistato 420.000 tonnellate di grano russo.
Il ministero dell’Agricoltura ucraino ha aumentato le previsioni per il raccolto di cereali nel 2023 a 59,7 milioni di tonnellate, affermando che il paese ha raggiunto una resa di grano record.
La produzione di cereali in Cina è aumentata dell’1,3% su base annua raggiungendo il livello record di 695,41 milioni di tonnellate nel 2023.
Venerdì i prezzi dell’olio di palma malese hanno chiuso in rialzo, interrompendo una serie di sconfitte consecutive durata cinque sessioni.
Le scorte di grano dell’India nei magazzini statali sono scese a 19 milioni di tonnellate, il livello più basso degli ultimi sette anni.
L’Australia ha esportato 1,42 milioni di tonnellate di grano tenero e duro nel mese di ottobre, in calo del 5% rispetto a settembre.
Nel mese di novembre l’Indice FAO dei prezzi alimentari ha registrato una media di 120,4 punti.
La produzione mondiale di cereali della FAO nel 2023 è ora fissata a 2.823 milioni di tonnellate, in aumento dello 0,9% rispetto all’anno precedente.

I mercati

Il grano SRW di Chicago in consegna a marzo è sceso di 10,4c/bu a 631,6c/bu;
L’HRW del Kansas è sceso di 6,4c/bu a 661c/bu;
L’HRS di Minneapolis è sceso di 7,6c/bu a 729,4c/bu;
Il grano MATIF è sceso di 1,75 €/t a 230,25 €/t;
L’ASX australiano è aumentato di 2 A$/t raggiungendo i 398 A$/t;
Il grano del Mar Nero non viene quotato dall’11 agosto 2023;
L’US DWI Cash (indice dei prezzi spot del grano duro statunitense) è salito di 0,28 c/bu a 909,19 c/bu;
I prezzi medi spot del 1CWAD (grano duro canadese) sono scesi di 0,05 C$/t a 454,95 C$/t;
L’EDW (grano duro UE) è rimasto invariato a 392 €/t;
Il mais di Chicago in consegna a marzo è sceso di 2,4c/bu a 485,4c/bu;
Il mais MATIF è sceso di 0,5 €/t a 201,25 €/t;
La soia di Chicago in consegna a gennaio è scesa di 7,6 c/bu a 1.304,0 c/bu;
La canola di Winnipeg è scesa di 6,6 C$/t a 660 C$/t;
Il colza MATIF di febbraio è aumentato di 2,5 €/t raggiungendo i 441,5 €/t;
Il greggio Brent di febbraio è salito di 1,79 dollari al barile a 75,84 dollari;
Il greggio WTI di gennaio è salito di 1,89 dollari al barile a 71,23 dollari;
Il BADI (Baltic Dry Index) è sceso di 12 punti a 2.483;
Il Dow Jones è salito di 130,49 punti a 36.247,87;
L’indice S&P 500 è salito di 18,78 punti a 4.604,37;
Il NASDAQ Composite ha chiuso in rialzo di 63,98 punti a 14.403,97;
L’indice del dollaro USA (marzo 24) è salito di 0,484 punti a 103,633;
L’AUD/USD ha chiuso in calo a 0,6573 USD;
L’USD/CAD più debole a $ 1,3577;
L’EUR/USD più debole a $ 1,0759;
L’USD/RUB in calo a ₽92,1481.

Con questo è tutto, grazie.
Vi auguriamo buona giornata!

Autore: Sandro F. Puglisi

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy